Procura Piacenza, in linea con la legge

"Non siamo in linea con nessuno. Soltanto con la legge. Affermare che siamo allineati al nuovo Governo è grave, e chi lo ha detto se ne assume tutta la responsabilità". A parlare è il capo della Procura della Repubblica di Piacenza, Salvatore Cappelleri, all'indomani della sentenza di condanna a 4 anni e 8 mesi di reclusione dell'operaio egiziano che il 10 febbraio aveva picchiato un carabiniere durante una manifestazione. Il riferimento di Cappelleri è all'avvocato Eugenio Fosco, difensore dello straniero, che ieri dopo la lettura della sentenza aveva affermato che si trattava di "una pena esagerata", e che "le esigenze di certezza della pena e di sicurezza avanzate ed esplicitate dal nuovo Governo sono state subito prese in considerazione anche dalla Magistratura". "Si è trattato di una condotta non lieve, la cui pena non è stata superiore alla metà del massimo. Parlare di pena esagerata a fronte di un comportamento che l'ordinamento considera grave, è spropositato", ha concluso Cappelleri.

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Manerbio

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...